È morto mons. Yves Ramousse, il vescovo francese cacciato dai Khmer Rossi

Mons. Yves Ramousse, vicario apostolico di Phnom Penh fino alla presa di potere dei Khmer Rossi e poi ancora vicario alla riapertura della Cambogia (dal 1992 al 2001), è morto ieri all’età di 93 anni.

È stato testimone della distruzione della Chiesa cambogiana durante il regime del terrore inaugurato da Pol Pot, ma è stato anche fra coloro che sono tornati nel Paese, contribuendo alla rinascita delle comunità cristiane.

Era nato il 23 febbraio 1928 a Sembadel (Haute-Loire in Francia).

 

Be the first to comment on "È morto mons. Yves Ramousse, il vescovo francese cacciato dai Khmer Rossi"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: