Assegno per i figli, garanzia sui mutui dei giovani, Superbonus (fino al 2022): cosa c’è nel Piano di Draghi

I fondi disponibili per il Pnrr: 248 miliardi

di Fausta Chiesa

Circa 248 miliardi di euro. Sono le risorse economiche su cui potrà contare l’Italia grazie al Recovery Fund, ma non solo. I fondi che arriveranno al nostro Paese nel 2021 e nei prossimi anni sono stati dettagliati dal premier Mario Draghi durante la presentazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza alla Camera.
Oltre al Pnrr da 191,5 miliardi (che arriveranno da quest’anno al 2026) e al Piano complementare da 30,6 miliardi (leggere qui l’articolo sul Def) «sono stati stanziati, entro il 2032, ulteriori 26 miliardi da destinare alla realizzazione di opere specifiche», ha spiegato Draghi.
«È poi previsto il reintegro delle risorse del Fondo Sviluppo e Coesione, utilizzate nell’ambito del dispositivo europeo per il potenziamento dei progetti ivi previsti per 15,5 miliardi. Nel complesso potremo disporre di circa 248 miliardi».
A tali risorse, si aggiungono poi quelle rese disponibili dal programma React-Eu che vengono spese negli anni 2021-2023. Fondi per ulteriori 13 miliardi. «Entro maggio – ha aggiunto Draghi – presenteremo un decreto che interviene con misure di carattere prevalentemente strutturale volte a favorire l’attuazione del Pnrr e del Piano complementare». Ecco come saranno spesi i soldi.

Fonte: Corriere.it

Be the first to comment on "Assegno per i figli, garanzia sui mutui dei giovani, Superbonus (fino al 2022): cosa c’è nel Piano di Draghi"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: