Militare morto, c’è attesa per l’esito dell’autopsia. Intanto un altro caso in Sicilia dopo vaccino: gravissima insegnante 37enne

(A sinistra) Stefano Paternò 43 anni e Davide Villa, 50 anni

A Catania, presso l’obitorio dell’Ospedale Cannizzaro, è cominciata solo in serata l’autopsia sul corpo del sottufficiale della Marina militare Stefano Paternò, 43 anni, morto nella notte tra lunedì e martedi scorsi, circa 12 ore dopo aver ricevuto il vaccino Astrazeneca nell’ospedale militare di Augusta.

All’esame hanno partecipato: 4 periti nominati dalla Procura di Siracusa, un medico legale, uno specialista in ematologia, uno in tossicologia e uno in malattie infettive, e altri 5 periti nominati dagli avvocati che assistono i familiari dell’uomo; tra questi, anche un Capitano di vascello della Marina militare.

I periti sono stati incaricati dai pm siracusani di accertare causa, o cause, della morte, mezzi e tempi del decesso,  comportamento dei sanitari, sia dell’ospedale militare di Augusta sia del 118, e «se sussiste una correlazione eziologica tra il decesso e la somministrazione del vaccino».

La Procura ieri ha iscritto nel registro degli indagati quattro persone: l’amministratore delegato di Astrazeneca in Italia, due sanitari dell’ospedale militare di Augusta e il medico del 118 che ha soccorso l’uomo nella sua abitazione di Misterbianco, dove è deceduto alle 02,15 circa.

C’è attesa per l’esito dell’autopsia che sarà reso noto dall’autorità giudiziaria.

Per domani, inoltre, è atteso l’arrivo in Sicilia degli ispettori inviati dal ministero della Salute che hanno già in agenda incontri nella sede catanese del 118, alla Procura di Siracusa e nell’ospedale militare di Augusta.

Intanto, un’altra notizia è stata diffusa dai media: un’insegnante 37enne di Gela è attualmente ricoverata in gravi condizioni nel reparto di rianimazione dell’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta, per una emorragia cerebrale.

Da quanto si è appreso, la donna, lunedì 1 marzo, si era sottoposta a vaccinazione ricevendo la prima dose del vaccino anti-Covid di Astrazeneca anche se, come accertato dalla Procura di Gela – che indaga e che ha già sequestrato le cartelle cliniche e la documentazione sul vaccino -, non si tratta dello stesso lotto ABV2856 bloccato dall’Aifa due giorni fa.

Per i nostri lettori è bene ricordare che fino ad oggi sono tre le morti sospette avvenute nei giorni scorsi: il militare della Marina, Stefano Paternò; il poliziotto catanese, Davide Villa; e il carabiniere di Trapani, Giuseppe Maniscalco; tutti avevano ricevuto una dose dello stesso lotto del vaccino Astrazeneca.

 

Be the first to comment on "Militare morto, c’è attesa per l’esito dell’autopsia. Intanto un altro caso in Sicilia dopo vaccino: gravissima insegnante 37enne"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: