Papa: i media ‘escano’ a cercare la verità e raccontino solo quella

In visita, stamattina, al Dicastero per la comunicazione, papa Francesco ha anche recitato la preghiera della 55ma Giornata mondiale delle comunicazioni sociali. “perché una struttura sia funzionale, bisogna che ognuno abbia la libertà sufficiente per funzionare. Che abbia la capacità di rischiare e non andare a chiedere permesso, permesso, permesso…: questo paralizza. Funzionale, non funzionalistico”.

Città del Vaticano (AsiaNews) – Cercare la verità distinguendola dalle apparenze, e raccontarla, andare a vedere, ascoltare, senza pregiudizi. In visita, stamattina, al Dicastero per la comunicazione, papa Francesco ha anche recitato la preghiera della 55ma Giornata mondiale delle comunicazioni sociali «Vieni e vedi» (Gv 1,46). Comunicare incontrando le persone dove e come sono: “Signore, insegnaci a uscire dai noi stessi/ e a incamminarci alla ricerca della verità./ Insegnaci ad andare e vedere,/ insegnaci ad ascoltare,/ a non coltivare pregiudizi,/ a non trarre conclusioni affrettate./ Insegnaci ad andare là/ dove nessuno vuole andare,/ a prenderci il tempo per capire,/ a porre attenzione all’essenziale,/ a non farci distrarre dal superfluo,/ a distinguere l’apparenza/ ingannevole dalla verità. Donaci la grazia di riconoscere/ le tue dimore nel mondo/ e l’onestà di raccontare/ ciò che abbiamo visto. Amen”.

Nella visita al Dicastero,  per i 160 anni de L’Osservatore Romano e i 90 della Radio Vaticana. Francesco ha incontrato, oltre al prefetto Paolo Ruffini e al seretario mons. Lucio Adriàn Ruiz, direttori e anche redattori della Radio e de “L’Osservatore Romano”.

In un breve discorso, Francesco ha sottolineato la differenza tra “funzionale” e “funzionalismo”. “Funzionare – ha detto – è andare, camminare… Il grande nemico del funzionare bene è il funzionalismo. Per esempio, io sono capo di una sezione, sono il segretario di quella sezione, il capo. Ma ho sette sotto-segretari. Sempre tutto bene, bene. Qualcuno ha una difficoltà, va dal sottosegretario che deve risolvere, che dice: ‘Aspetta un attimo, poi ti rispondo’. Prende e chiama il segretario… Cioè: non servono. Incapaci di decidere, incapaci di mettere il proprio. Il funzionalismo è letale. Addormenta un’istituzione e la uccide. State attenti a non cadere in questo: non importa quanti posti ci sono, se quello studio è bello o non è bello. Importa che funzioni, che sia funzionale, e non vittima del funzionalismo”.

“State bene attenti, bene attenti a questo. E quando una cosa è funzionale, aiuta la creatività. Il vostro lavoro dev’essere creativo, sempre, e andare oltre, oltre, oltre: creativo. Questo si chiama funzionare. Ma se un lavoro è troppo bene ordinato, alla fine finisce ingabbiato e non aiuta. Questa è l’unica cosa che, vedendo una organizzazione così bella, così ben fatta, vedendovi tutti insieme, mi viene di dire: state attenti! Niente funzionalismo. Sì, funzionale al lavoro, quello che dovete fare. E perché una struttura sia funzionale, bisogna che ognuno abbia la libertà sufficiente per funzionare. Che abbia la capacità di rischiare e non andare a chiedere permesso, permesso, permesso…: questo paralizza. Funzionale, non funzionalistico. Capito? Avanti e coraggio”.

 

fonte: AsiaNews

Be the first to comment on "Papa: i media ‘escano’ a cercare la verità e raccontino solo quella"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: