Russia, la violenza domestica non sarà più un reato

Il testo di legge rimuove dal Codice penale russo il reato di “percosse in famiglia”. E’ la cosiddetta “legge sugli schiaffi”, quella approvata stamattina in Russia dal Senato e dal presidente Vladmir Putin, che presto diventerà effettiva. Inizia l’incubo per le donne, per le quali invece è un “incoraggiamento ai tiranni in casa”. Il reato sarà punito con un’ammenda tra i 5mila e i 30mila rubli (470-800 euro), l’arresto da 10-15 giorni o 60-120 giorni di servizio civile. La Russia infatti è uno dei tre paesi in Europa e Centrasia che non ha leggi specifiche sulla violenza domestica, ma la considera una forma di “assalto” ignorando che spesso sono le donne e i bambini i soggetti più vulnerabili. Sono quest’ultimi a doversi ribellare nel momento in cui tale violenza venga ripetuta più volte nello stesso anno o sia motivata da odio e teppismo; la pena prevederà due anni di carcere.

Immagine correlata

Be the first to comment on "Russia, la violenza domestica non sarà più un reato"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: