Si fingono operai al lavoro, scavano un buco e rapinano la banca: dipendenti sotto choc

L’ingresso della banca con le sbarre e il buco dal quale sono entrati i rapinatori

Un colpo da film quello andato in scena ieri alla pausa pranzo alla banca Carige in piazza San Biagio a Buccinasco

di FRANCESCA GRILLO

Buccinasco (Milano) – Un colpo da film, studiato nei minimi dettagli. A partire dai travestimenti, dalle tute da manutentori che hanno indossato per spacciarsi come operai. Dicevano di essere impegnati nella riparazione della cabina dove sono presenti i contatori del piccolo condominio, di cui fa parte anche la banca Carige in piazza San Biagio, ma stavano invece scavando il buco per entrare di sorpresa nella filiale. Ieri, intorno alle 13.30, la rapina.

I malviventi hanno approfittato della pausa pranzo per sbucare tra gli sportelli della banca. Per farlo, sono passati attraverso il buco che hanno ricavato proprio dalla parete della cabina con i quadri elettrici. Una signora residente nel quartiere ha raccontato di averli visti proprio un paio di giorni fa, in due, mentre lavoravano nella cabina, sostenendo di essere operai impegnati a riparare dei guasti. Invece stavano scavando un buco di diametro mezzo metro che li avrebbe condotti dritti all’interno della banca. La cabina elettrica e la sede della filiale, infatti, condividono proprio quel muro forato dai rapinatori. Ieri erano in tre, a volto coperto, ma non armati, secondo le primissime ricostruzioni. Hanno fatto irruzione trovando i sei dipendenti in banca, tra cui una donna incinta. Li hanno radunati e chiusi in una stanza, legandogli mani e piedi con fascette da elettricista che hanno lasciato lividi su polsi e caviglie, ma per fortuna nessuno è rimasto gravemente ferito.

Solo tanto spavento e accertamenti in ospedale per la donna in gravidanza, sotto shock. I tre malviventi, italiani, a volto coperto, hanno poi portato via il denaro contenuto nelle cassette di sicurezza, si parla di migliaia di euro, ma la cifra è ancora da quantificare e il direttore della banca non ha voluto rilasciare commenti, ancora scosso dall’accaduto. Le indagini sono in mano ai carabinieri della Compagnia di Corsico, guidata dal maggiore Domenico La Padula e dal tenente Armando La Viola: loro il compito di visionare i filmati delle telecamere e sentire le testimonianze per ricostruire ogni dettaglio del colpo. I militari sono già sulle tracce dei rapinatori, scappati in pochi istanti dopo aver messo a segno il colpo.

 

fonte: Il Giorno/Milano

Be the first to comment on "Si fingono operai al lavoro, scavano un buco e rapinano la banca: dipendenti sotto choc"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: