TARANTO | Manifestazione sindacale a favore dei lavoratori del carcere

Carenza di organico per il personale penitenziario e sovraffollamento di detenuti. Queste le motivazioni della protesta che si è tenuta a Taranto, con un sit-in sotto la Prefettura.

I lavoratori della casa circondariale di Taranto, dipendenti dal comparto ministeri, hanno evidenziato ancora una volta condizioni di lavoro insostenibili, tali da non poter più garantire i diritti fondamentali alla popolazione carceraria. La carenza assoluta di personale, ritmi e carichi di lavoro impossibili gravanti sui pochi lavoratori presenti, ha assunto gravità imbarazzante” sottolinea una nota di Cgil, Cisl, Uil e Confsal. Secondo i sindacati “i numeri sono impietosi: a fronte di una capacità di 306 detenuti, ve ne sono stabilmente circa 530 a cui non è certo possibile garantire condizioni di vita, di assistenza o di attività volte al recupero sociale, con i soli tre funzionari di fatto esistenti dell’area educativa, o con una scopertura nell’area contabile superiore al 50 per cento“. Vengono definiti “inutili i tentativi di trovare soluzione attraverso la rotazione del personale tra i vari uffici, senza limiti e criteri oggettivi e con conseguente mortificazione delle professionalità dei lavoratori“.

Be the first to comment on "TARANTO | Manifestazione sindacale a favore dei lavoratori del carcere"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: